Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ricordate l’annosa vicenda Mediaset Premium, che aveva appioppato – a me come ad altre migliaia di persone – canali a pagamento senza che fosse richiesto? Come ipotizzato dopo la telefonata di Mediaset stessa per il rimborso, è arrivata la multa dell’Antitrust:

Multa di 130mila euro per Mediaset da parte dell’Antitrust per pratiche commerciali scorrette sui pacchetti Cinema lanciati nell’autunno 2009. L’Autorita’ garante della concorrenza e del mercato ha disposto la sanzione amministrativa nei confronti della controllata Mediaset, Rti, in quanto le comunicazioni inviate agli abbonati a seguito del lancio dei canali Premium, Cinema Energy e Cinema Emotion, sono state ritenute “contrarie alla diligenza professionale e idonee a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico del consumatore medio in relazione alle modalita’ di adesione all’offerta”. In pratica, Mediaset Premium avrebbe obbligato gli abbonati piu’ vecchi, ancora legati al pacchetto Gallery originario senza integrazioni, a scegliere tra un incremento del costo mensile di 4 euro e la rescissione del contratto. Agli abbonati con il pacchetto Gallery completo veniva proposta invece la possibilita’ di arricchire il pacchetto con Energy e Emotion dietro al pagamento di 2 euro oppure di mantenere il pacchetto senza i due nuovi canali. Le modalita’ di comunicazione del cambiamento dei termini dell’offerta, si legge nel provvedimento Antitrust, “non ha messo in condizione i consumatori di acquisire un’informazione completa della variazione contrattuale subita, finendo per trovarsi vincolati inconsapevolmente alle nuove condizioni contrattuali, tramite un meccanismo di silenzio-assenso che, di fatto e considerate le circostanze, ha reso ancora piu’ grave la scorrettezza del comportamento posto in essere da Rti”. I consumatori – conclude il documento – sono stati indotti a pensare di trovarsi di fronte a una semplice pubblicita’ mentre di fatto hanno subito inconsapevolmente l’aumento del prezzo dell’abbonamento. (Il Sole 24 Ore Radiocor)