Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leggo su PI:

Riportano le cronache che il più importante costruttore di telefoni mobili sta pensando di introdurre una piccola ma decisiva novità in tutta la gamma di propri prodotti, un più evidente allarme che possa segnalare senza indecisioni al proprietario di un telefonino che la ricarica è stata eseguita, e che è ora di staccare il caricabatterie.

Personalmente quando mi accorgo che il cellulare è carico, stacco… e comunque probabilmente basterebbe un sistema di “blocco” della ricarica (il cellulare è carico? Il caricabatterie non ricarica più ed è il telefono che lo “avvisa”). Ad ogni modo…

Secondo Nokia, se si evitasse questo continuo dispendio di energia, già oggi si potrebbe dare corrente elettrica a 85mila case per un anno, una misurazione naturalmente piuttosto vaga, che dà però l’idea di cosa ci sia in gioco.

Io per risparmiare energia darei a Nokia (e agli altri produttori) un suggerimento diverso. Ci tengono all’ambiente e al risparmio di risorse? Niente di più facile per risparmiare molto più che energia per 85mila case… ACCESSORI ADATTI A TUTTI I MODELLI!

Se compri il Nokia X1 hai il caricabatterie e la batteria e l’auricolare per X1, se cambi telefono tutta quella roba non la puoi usare sul nuovo Nokia X2 che ti compri. E allora se vogliono risparmiare risorse inutili, facciano accessori adatti a tutti i modelli:
– imballi più piccoli
– prezzi minori
– meno spreco di risorse
– meno inquinamento (gli accessori vanno pur smaltiti, no?).

Ok, c’è il rovescio della medaglia: i produttori di cellulari e l’indotto non guadagnerebbero più come oggi…