Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Il bus Samsung che gira per le vie di Torino sembra un’atronave. Non tanto per i colori e l’allestimento, quanto per la possibilità di navigare sul Web con velocità di download di 10 Mbps. Sì, dieci megabit per secondo, sull’autobus o sui cellulari.

Mentre il bus percorreva le vie del centro città, stamattina abbiamo effettuato una videoconferenza con due postazioni fisse e un cellulare. Il tutto inviando file, condividendo la lavagna elettronica e navigando contemporaneamente. Poi abbiamo scaricato in streaming un file musicale con qualità di 15 fps e audio stereo. Non male davvero.

Riccardo Ruggiero, a.d. di Telecom Italia, e Kitae Lee, presidente divisione tlc di Samsung, hanno presentato questa mattina nella Torino olimpica la sperimentazione del WiBro, il “fratello coreano” del WiMax Mobile IEEE 802.16e. Telecom lo sperimenterà per qualche mese, poi nel 2007 il lancio commerciale nelle principali città.

I prototipi sono due: un pda-phone slide con tastiera QWERTY e una Pc-card PCMCIA per notebook. Per ora sono garantiti 10 Mbps fino a 120 Km/h, ma Kitae Lee ha assicurato che a fine anno arriveranno i 20-30 Mbps e nel 2008 si supereranno i 100 Mbps. L’upload? Ad oggi qualche centinaio di Kbps, nel 2008 superiore ad 1 Mbps.

Domani i dettagli sull’edizione Web di Cellulare Magazine, ma la riflessione che vorrei fare su Telcoeye riguarda la potenzialità della nuova tecnologia. Se il Wi-Fi ha creato aspettative (non sempre soddisfatte, anzi) in chi non è raggiunto dall’ADSL e vorrebbe sfruttare il wireless per la banda larga, certamente l’802.16e va oltre.

Che si chiami WiMax Mobile (Alcatel, Cisco) o WiBro (Samsung), certamente la prospettiva di avere 20 Mbps senza fili è allettante. La tecnologia c’è, la palla passa agli operatori: avranno voglia (e denaro) di investire per abbattere il digital divide? L’uso di tecnologie senza fili anzichè wired potrebbe abbassare il costo degli investimenti necessari per portare la banda larga dove oggi non esiste…

PS: ho toccato con mano il Samsung SGH-Z150 che Tim venderà a breve. Un UMTS spesso meno del RAZR… lo vedremo ufficialmente al 3GSM di Barcellona, insieme ad altre numerose novità!