Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il mercato della telefonia mobile europea è stato per anni all’avanguardia rispetto agli Stati Uniti e per certi versi lo è ancora. Eppure negli ultimi mesi abbiamo assistito ad alcuni piccoli – ma significativi- sorpassi. Protagonisti colossi americani quali Yahoo! e Google, che nel lanciare servizi integrati Web/telefonino hanno snobbato il Vecchio Continente.

Era già successo con i servizi di ricerca via SMS (interrogo Yahoo! o Google via SMS, ricevo un messaggio con le informazioni), disponibili solo negli USA. Accade di nuovo in questi giorni: Yahoo! ha lanciato, in beta e solo negli Stati Uniti, il servizio RSS via SMS. Quando i feed RSS sottoscritti dall’utente cambiano, parte un SMS. Il servizio è gratuito ma si paga il messaggio secondo quanto previsto dall’operatore: RSS di siti molto aggiornati fanno lievitare l’importo della bolletta.

Google ha invece lanciato un servizio, sempre solo per gli States, che permette di inviare via SMS le informazioni reperite sul Web. Avete presente la classica chiamata dell’amico fuori casa che vi chiede di cercargli su Google qualcosa? Bene, dopo la ricerca anziché smanettare sulla tastiera o richiamarlo, gli si invia direttamente un messaggino. L’estensione è disponibile (incredibile dictu!) solamente per Firefox, sia su Windows sia su Mac.

In sperimentazione anche il pay-per-call Google Adv: gli investitori pubblicitari che oggi pagano per mettere le proprie inserzioni su Google potranno aggiungere un bottone a fianco degli annunci. Se l’utente clicca sulla pubblicità, telefona via Pc al negoziante. La chiamata è gratuita per l’utente, perchè paga l’inserzionista.