Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono 8, propongono progetti di business in settori molto differenti tra loro e rappresentano la creatività dell’Italia intera, da nord a sud. Sono le aziende scelte dal Selection Commettee della Mind the Bridge Foundation per la fase finale dell’omonima competizione per business plan che si terrà in America a marzo e aprile 2011.

Inizia così il comunicato con la notizia degli 8 finalisti, che voleranno in California con le loro idee di business. Degli oltre cento progetti presentati quest’anno, solo 32 sono stati ammessi alle fasi successive. Alla semifinale di Milano del 5-6 novembre (il Venture Camp) sono arrivati in 15. Ora saranno in 8 a volare in California, direttamente in Silicon Valley, per accedere alla famosa “palestra” di Mind the Bridge in programma da gennaio a marzo 2011.

Il “GYM” consiste, infatti, in un programma di mentoring durante il quale le aziende selezionate avranno l’opportunità di mostrare i propri progetti di business a potenziali partner e investitori della Silicon Valley, grazie al supporto costante di un Mentor che le seguirà durante tutto il periodo di permanenza.

Un sostegno che per l’edizione 2010 si è concretizzato anche in un vero e proprio incentivo economico: 5 delle finaliste riceveranno infatti una sponsorizzazione per il loro viaggio in Silicon Valley e relative attività di incubazione presso il MTB GYM. Due borse arriveranno da Fondazione Cariplo, due da TOP-IX e una da Genova High Tech. Questi premi si aggiungono ai riconoscimenti che Mind the Bridge ha voluto offrire anche a due aziende che non hanno partecipato al Venture Camp, finanziando insieme alla Fondazione Cariplo due borse Fulbright Best a Elisabetta Bianchini di QUIPU/ASV e a Stefano Rossi di Umbramed.

I finalisti 2010? eRalos3 (Catania), azienda che propone cellule fotovoltaiche (PV) flessibili integrate ai capi di abbigliamento e capaci di soddisfare i bisogni energetici di piccoli dispositivi elettronici portatili (come cellulari, lettori Mp3); Fubles.com (Milano), social network per lo sport sharing, che consente di iscriversi alle partite sportive organizzate nella propria zona con giocatori dello stesso livello, grazie a un sistema di valutazione “a pagelle”; Minteos (Torino) piattaforma per il monitoraggio ambientale con reti di sensori wireless – WSN, sviluppata per prevenire i disastri ambientali e poi estesa al monitoraggio in campo industriale, energetico e agricolo; Mopapp (Bologna), sistema di tracciamento e di analisi vendite per applicazioni mobile che permette di confrontare quanto queste vendano nei diversi store, nazioni, sistemi operativi o modelli di device; Porcovino (Cagliari) piattaforma di social e-commerce che intende portare sul mercato globale i tesori nascosti del wine&gourmet italiani di qualità di piccoli-medi produttori, con particolare focus sui contenuti e sulla user experience; Risparmiosuper (Milano), sito che permette di comparare i prezzi dei prodotti presenti nei supermercati della Grande Distribuzione Italiana e poter scegliere così il supermercato più conveniente; Smania (Pisa), progetto di spin-off specializzata nella ricerca, progettazione e sviluppo di interfacce neurali innovative che consentano una comunicazione bidirezionale tra il sistema nervoso periferico e dispositivi esterni come le protesi; infine Xapio (Salt Lake City, Utah – Genova) servizio cloud per la ricerca e l’acquisizione di informazioni autorizzate condivise da più utenti e collegate a particolari temi.

Complimenti e in bocca al lupo!