Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

…e niente, succede che anche questo 2009 ci lascia. Ciao, caro 2009, e grazie.

Grazie, perchè sei stato un anno faticoso. Grazie, perchè sei stato un anno intenso, a volte difficile, a volte bugiardo, quasi scivoloso, pieno di salite e discese, ma di quelle discese che anche se durano un secondo ti fanno dimenticare quanta fatica è costata la salita precedente.

Sei stato un anno rivelatore, perchè mi hai fatto scoprire persone fenomenali, mi hai confermato che l’amicizia è una delle cose più belle che ci siano, mi hai fatto capire che anche quando le cose sembrano complicate un amico può aiutarti a trovare la via di uscita migliore.

Sei stato un anno con qualche lacrima di troppo e qualche sorriso in meno del dovuto, un anno di attesa e di paura ma anche di grandi gioie e felicità, un anno che sembrava bianco e invece poi nero e poi ancora grigio e alla fine si è rivelato bianco. Un anno di cambiamenti che solo il futuro dirà se sono positivi, ma che oggi apprezzo e assaporo fino all’ultimo respiro.

Grazie, caro 2009, perchè sei stato un anno che mi ha chiesto tanto, ma mi ha dato tantissimo. Mi hai avvicinato ancora di più alla persona che amo, mi hai fatto diventare papà di un meraviglioso bimbo, mi hai fatto capire che stavo crescendo, mi hai spinto a organizzare in modo diverso la lista delle priorità della mia vita, mi hai fatto crescere come persona, mi hai dato la forza di cambiare professionalmente, mi hai chiesto tanta energia e mi hai restituito tante soddisfazioni.

Non ti scorderò, non facilmente. Ciao e grazie, caro 2009.