Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Riusciranno mai le banche italiane ad entrare nell’era del Web? Non pretendo il due punto zero, ma almeno l’uno punto zero sì!

Fatte salve le rare eccezioni rappresentate dalle banche on line (Fineco, WeBank, CheBanca, IngDirect) che per forza di cose sono Web-oriented, il panorama bancario è alquanto desolante. Non siamo ancora arrivati all’era di Internet, e i due esempi che seguono sono illuminanti.

Ieri volevo controllare sul mio conto corrente on line (ho abbandonato il ‘classico’ conto corrente da tempo, per motivi di costi e di praticità) l’accredito dello stipendio. Faccio login ma vengo dirottato su una pagina che mi avvisa di una manutenzione straordinaria: l’accesso tornerà disponibile a breve. Dopo un paio d’ore riprovo ma nulla. Stamattina riprovo ma nulla. Ho riprovato adesso e l’avviso è cambiato: “Per motivi tecnici, dalle 22 di venerdì e fino a tutta la giornata di domenica non sarà possibile utilizzare i Servizi via Internet, cellulare e telefono”. Più di due giorni senza avere accesso al mio conto.
Scuse? Niet. Accesso alternativo? Niet. Se dovessi fare un bonifico urgente, dovrei aspettare lunedì. Per la cronaca, si tratta di Banca Intesa San Paolo.

La seconda vicenda – me l’ha segnalata Stefano – è ancora più emblematica della distanza tra il mondo bancario e quello Web. Questa volta è una conversazione tra un operatore Banca Sella (o meglio del servizio WebSella) e Stefano che vuole eliminare la propria iscrizione alla newsletter. Premessa: Stefano non si ricorda se aprendo il conto ha dato o meno il consenso alla ricezione di pubblicità via mail (non solo della banca…) e prima chiede questa informazione, poi appurato che – pare – abbia prestato il consenso, chiede via mail di eliminare il nominativo dal database di email marketing.

La risposta della banca:

Gentile Sig. STEFANO,
Le comunico al momento Banca Sella ha stabilito che il formato elettronico non è attendibile, quindi ci vuole il cartaceo firmato. Le comunico che la documentazione può essere inviata tramite posta (prioritaria o raccomandata). In alternativa, potrebbe consegnarla presso un’agenzia del Gruppo Banca Sella, se presente nella Sua zona, al fine di evitare spese per la spedizione: i colleghi provvederanno ad inviare la stessa alla Ns. Succursale di Biella tramite posta interna. Cordiali Saluti, [nome operatore] Websella.it

Una Banca che vuole operare via Web e stabilisce che “il formato elettronico non è attendibile”. Agghiacciante. Opt-in e opt-out totalmente sconosciuti, totale ignoranza delle norme in materia di trattamento dei dati (qui il Garante protezione dati personali spiega le modalità di revoca del consenso. Art. 9. Modalità di esercizio comma 1: La richiesta rivolta al titolare o al responsabile può essere trasmessa anche mediante lettera raccomandata, telefax o posta elettronica).

Perchè io vorrei che la mia banca fosse diversa… ma non lo è!