Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leggo da Vittorio che Stefano Vitta (sta facendosi davvero in 4 per diffondere la cultura Fon in Italia) ha annunciato al WLAN Forum un accordo con la regione Toscana:

Grazie ad un accordo tra Fondazione Sistema Toscana, www.intoscana.it e FON abbiamo la possibilità di distribuire GRATUITAMENTE 5.000 Foneras in Toscana destinandole alle piccole imprese turistiche: agriturismi, bed&breakfast, bar, stabilimenti balneari, ecc. Le prime 100 foneras sono già disponibili e sono a disposizione dei primi 100 che ne faranno richiesta registrandosi al Portale www.intoscana.it/fonera (la Fonera è offerta da Fondazione Sistema Toscana e FON, non sono incluse le eventuali spese di spedizione). Ora anche le piccole strutture turistiche hanno la possibilità di offrire la connessione ai loro ospiti e a tutti i Foneros di passaggio in Toscana, rendendo la nostra regione sempre più interessante per i turisti che non vogliono rinunciare ad internet neanche durante le vacanze.

Iniziativa lodevole, bene bravi bis. Mi rimane solo il solito dubbio: come si adeguano queste strutture toscane al decerto Pisanu, che prevede l’obbligo di identificare chi si connette? La Fonera, ad oggi, è purtroppo illegale… possiamo discutere se il DL Pisanu sia giusto o meno, ma una Fondazione Regione che incentiva l’illegalità fa riflettere, no?